COME SCRIVERE UN ARTICOLO SEO IN SOLE 10 MOSSE 

[vc_row][vc_column][vc_column_text]

Ti piacerebbe aumentare il traffico del tuo sito web per far crescere la tua attività? Grazie a un semplice articolo scritto in ottica SEO potrai riuscirci.

Proprio per questo noi di Moka Adv, che siamo specializzati nel marketing digitale, abbiamo deciso di darti qualche consiglio.

Per prima cosa sappi che la finalità principale di un testo SEO, oltre ad essere quella di migliorare l’indicizzazione del sito (grazie all’uso di keyword, headline, tag nelle immagini e cross link), è quella di rispondere alle esigenze degli utenti che cercano qualcosa su Google.

Ti faccio un esempio: se devo farmi trovare da chi vuole imparare a scrivere un articolo SEO, allora devo fare in modo che all’interno del mio articolo sia presente la domanda:

Come scrivere un articolo in ottica SEO?

Per scrivere un buon articolo SEO si deve tenere conto di diversi aspetti, come per esempio il target a cui ci si rivolge, l’argomento da trattare e l’obiettivo da raggiungere.

Quindi, anche all’interno di un testo SEO bisognerebbe adottare le stesse logiche delle pagine web e utilizzare le diverse keyword appartenenti al target che si vuole raggiungere.

Ricordati però che bisogna stare attenti per evitare l’effetto keyword stuffing!

Come si struttura un articolo SEO?

Lo schema di un articolo SEO è piramidale. Quindi, se l’argomento principale del testo è il marketing digitale, non dovrai fare altro che iniziare il tuo testo con un’introduzione generale sull’argomento per poi procedere con un approfondimento sempre più dettagliato.

Le 10 best practice da seguire prima di scrivere un articolo SEO:

  1. Fare un’analisi iniziale per raggiungere l’obiettivo prefissato;
  2. Inserire la keyword principale nel titolo scelto e ricordarsi di scegliere un titolo accattivante e facilmente indicizzabile;
  3. Dare importanza al primo paragrafo e fare capire subito al lettore qual è l’argomento affrontato nel testo;
  4. Inserire una meta description con la keyword più importante per attirare l’attenzione del lettore;
  5. Ottimizzare le immagini inserendo nome immagine, elemento title e testo alternativo;
  6. Dare importanza alla leggibilità del testo (un testo leggibile mantiene il lettore sulla pagina e di questo Google ne tiene conto);
  7. Utilizzare dei link interni al sito per portare le persone verso risorse correlate e per aumentare il tempo della visualizzazione del sito;
  8. Organizzare il testo utilizzando H2 e H3 e dividere il testo in argomenti per rispondere alle domande del pubblico;
  9. Approfondire gli argomenti, sviscerare il testo nel migliore dei modi e puntare sempre sulla qualità, perché Google ne tiene conto;
  10. Non copiare mai! L’algoritmo di Google si accorge quando il contenuto è stato copiato.

Ricordati, inoltre, che inserire delle call to action, per attrarre l’attenzione del lettore, rende il testo interattivo e permette di portare l’utente verso l’obiettivo da raggiungere.

Una curiosità

Il termine SEO viene usato per la prima volta a metà degli anni ’90, ma solo dopo l’intervento di Google si è assistito ad una vera e propria rivoluzione degli algoritmi e molti siti web sono sprofondati nell’oblio, quindi da quel momento in poi il nuovo motto degli esperti è diventato “Content is king”!

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Condividi questa notizia:

Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp