Google Analytics bocciato, ecco le alternative

Condividi questa notizia:

Il Garante italiano per la protezione dei dati personali, seguendo le orme delle autorità austriache e francesi, con provvedimento 224 del 9 giugno 2022, ha dichiarato “illecito” l’utilizzo di Google Analytics 3 (GA3).

Il problema è che il servizio di analisi targato Google utilizza i cookie per tracciare numerose informazioni (indirizzo IP, browser e OS utilizzati, data e ora d’accesso, ecc.) per poi trasferire i dati negli Stati Uniti d’America, in piena violazione del GDPR, ovvero il regolamento UE 2016/279 in materia di privacy e dati personali.  

Indice dei contenuti

Perché Google Analytics viola il GDPR

Il grande problema di Google Analytics è che i dati si trovano su server statunitensi. Così facendo, i dati sono soggetti a leggi americane meno restrittive di quelle europee, che li espongono a furti e violazioni della privacy.

Gli altri svantaggi di Google Analytics sono:

Alternative a Google Analytics

Come abbiamo visto, Google Analytics può anche non rappresentare la soluzione definitiva. Esistono, infatti, altri tool di analisi più sicuri e a pagamento. Scopriamoli insieme.

Matomo

Trattasi di una delle migliori soluzioni per chi cerca un servizio di statistica completo e accurato. La differenza con Google Analytics è che non ricostruisce i dati anonimi in alcun modo, ad esempio incrociando i cookie con il tracciamento dell’attività dell’account Google. Matomo offre pacchetti a seconda del traffico del sito; per i siti di grandi dimensioni è possibile arrivare anche fino a 7000 euro l’anno, ma si parte da 17 euro al mese.

Simple Analytics

Simple Analytics è un servizio di statistica semplice, dall’interfaccia minimal e “pulita”. Il suo punto di forza? Il rispetto della privacy a prezzi accessibili: i piani partono da 10 euro al mese.

Fathom Analytics

Fathom Analytics è un tool di analisi finanziaria, reporting e gestione dei dati conforme al GDPR, al CCPA, all’ePrivacy e al PECR. Dagli utenti ha ottenuto una valutazione di 4.5/5 e costa circa 12 euro al mese.

Plausible Analytics

Plausible Analytics è il più economico di tutti, costa meno di 5 euro al mese, è open source (il codice è reperibile su GitHub) e rispetta la privacy e i vari regolamenti (GDPR, CCPA, PECR). La grafica è minimalista, ma il tool riesce comunque a offrire molteplici dati.

Parsely

Parsely rientra nel servizio “vip” del CMS WordPress. Fornisce un’analitica completa relativa alle performance dei visitatori del sito. È disponibile gratuitamente all’interno di WordPress, purché l’utilizzo sia personale, altrimenti per usi aziendali è necessario sottoscrivere un abbonamento.

Affidati agli esperti di Moka Adv

Se finora hai utilizzato Google Analytics e adesso ti piacerebbe conoscere anche altri tool, ma non hai idea di quale sia il servizio più adatto al tuo sito web aziendale, affidati ai professionisti di Moka Adv; sapranno consigliarti e sviluppare strategie SEO e SEM in linea con le tue esigenze. In alternativa, leggi il nostro JOurnal per maggiori approfondimenti.

Vuoi una spinta? Chiedi pure a Moka Adv compilando il Contact Form