Dizionario Web Marketing

È la pubblicità testuale a pagamento del motore di ricerca Google. Adwords consente di creare i cosiddetti annunci sponsorizzati, posizionati tra i primi risultati della pagina quando si compie una ricerca su Google. Il posizionamento degli annunci è stabilito da un algoritmo che parte dalla keyword ricercata dall’utente su Google. L’algoritmo è programmato in modo tale da proporre agli utenti gli annunci migliori per la ricerca effettuata.

Si tratta di un canale basato sulle performance: l’inserzionista paga esclusivamente per i risultati generati dal programma di affiliazione in base agli obiettivi da lui prestabiliti. Consiste in un accordo commerciale tra tre soggetti: l’inserzionista che riconosce una commissione all’editore o affiliato quando viene compiuta un’azione da parte di un utente come l’acquisto di un prodotto, un download, ecc… Il terzo soggetto, la piattaforma di affiliazione, svolge la funzione di mediazione tra i primi due, mettendo a disposizione la sua struttura e conoscenza. L’affiliate marketing rappresenta una nuova forma marketing digitale di grande successo.

Indica la notorietà di una marca. Le attività di brand awareness permettono di rendere un brand riconoscibile nella mente di un numero sempre maggiore di utenti.

Nei motori di ricerca a pagamento, è la quota che bisogna pagare per ottenere un determinato posizionamento per una parola chiave.

Il c.d. “tasso di rimbalzo”. Il Bounce Rate indica la percentuale di persone che abbandonano un sito senza visitare altre pagine.”

È un elemento inserito all’interno di una pagina web per indurre il visitatore a compiere una determinata azione come acquistare, compilare un modulo, una registrazione ad una newsletter, eseguire un download. Quando parliamo di Call to Action, invitiamo gli utenti ad agire.

È la trasformazione delle impression in click. È quel parametro che permette di valutare, in relazione al numero di volte che appare un messaggio testuale pubblicitario, un banner, video Ads, etc… quante volte questo viene cliccato dagli utenti.

Quando parliamo di conversioni, parliamo di risultati reali conseguiti tramite internet. La conversione è l’azione (o risultato) eseguita da un utente su un sito internet. Può trattarsi ad esempio di un acquisto, della compilazione di una richiesta di informazioni, dell’iscrizione alla newsletter, della registrazione al sito, del download di un documento, ecc. Il Tasso di Conversione è quindi un valore per misurare il successo di una campagna pubblicitaria o il buon funzionamento di un sito web.

Il costo per azione/acquisizione all’interno di una campagna di advertising è un metodo di pagamento basato sulla finalizzazione o meno di una azione, come ad esempio un acquisto

È il costo per l’inserzionista di ogni singolo click su un annuncio o su un link che richiede il collegamento alla pagina Web dell’inserzionista.

Il costo per lead è il costo corrisposto dall’inserzionista per ogni lead (contatto) generato, ad esempio, dalla compilazione di un contact form o da un’iscrizione alla newsletter finalizzata a coinvolgere i consumatori

È il costo pagato ogni volta che si effettua una vendita originata dal clic sulla pubblicità (un annuncio online o un link di affiliazione).

Per costo per visualizzazione si intende quando l’inserzionista paga per ogni visualizzatore unico dell’annuncio o del sito web.

Per crawling si intende l’attività degli spider (o Crawler o BOT) di esplorazione, ricerca ed analisi dei contenuti delle pagine web che andranno ad essere indicizzate nei risultati di ricerca.

Consiste in tutte quelle attività che promuovono un business, prodotti e servizi utilizzando tutti i canali di comunicazione digitali esistenti: pensiamo ai modelli di commercializzazione e di comunicazione come gli e-commerce, mobile marketing, social media marketing, etc…

È quella strategia di marketing volta a consolidare o espandere un business online. È indispensabile per chi ha bisogno di farsi conoscere ed intercettare nuovi clienti, per creare valore attraverso l’innovazione, comprendere i fattori critici di successo dei business digitali e individuare i canali attraverso i quali contattare il pubblico che vogliamo raggiungere. Una digital strategy aiuta a capire come integrare tra loro le leve, gli strumenti digital e i social media al fine di massimizzare i risultati ottenibili.

È uno strumento di marketing che sfrutta i formati come banner, button, pop-up per promuovere un prodotto o servizio che vengono ospitati in spazi a pagamento nei siti web con contenuti di interesse dell’utente. Le campagne display sono ideali anche per le attività di Lead Generation.

Si tratta del “Commercio elettronico”. Consiste nella vendita di prodotti e servizi attraverso l’utilizzo di internet grazie al supporto di un sito web.

Per e-mail marketing si intende la promozione di prodotti e servizi attraverso il canale della posta elettronica con cui è possibile comunicare col cliente attuale e potenziale. Nell’e-mail marketing sono utilizzate tre tipologie di mail: DEM o Direct e-mail, Newsletter e Transactional e-mail.

È il motore di ricerca più utilizzato al mondo. Indicizza i contenuti dei siti internet e li restituisce, ordinati secondo un algoritmo, in funzione delle keyword di ricerca dell’utenza.

È uno strumento gratuito offerto da Google per migliorare il posizionamento e l’usabilità di uno o più siti web.

Per hit si intende ogni singolo elemento che viene scaricato da un web server e visualizzato nei siti internet.

È un server che ospita un servizio web a cui l’utenza può accedere mediante internet connesso stabilmente alla rete.

È il termine che indica il numero di volte che viene visualizzata una pagina o un link pubblicitario online da un utente.

È un link ricevuto in entrata da altri siti.

È quella tecnica di marketing online che pone al proprio centro la creazione di contenuti pensati per soddisfare le esigenze dei potenziali clienti, con lo scopo di attrarre contatti qualificati, stabilire con essi una relazione duratura e posizionarsi come interlocutori di riferimento per una precisa fetta di mercato.

È il processo che consiste nel rendere visibile un sito all’interno dei motori di ricerca. Tramite l’indicizzazione, un sito viene inserito in un database del motore di ricerca comparendo così nelle pagine della SERP a seguito delle interrogazioni degli utenti del web.

Le landing page sono pagine destinate a ricevere l’utente durante il suo “atterraggio” sul proprio sito dopo aver cliccato su un link o un banner. Sono delle pagine che presentano un prodotto o un servizio e che devono stimolare l’utente a compiere un’azione.

La lead generation è quell’operazione finalizzata a trovare i clienti interessati e ad acquisire informazioni relative a potenziali contatti qualificati, i prospect, che potrebbero generare delle conversioni nel medio o lungo periodo. Grazie ai contatti rilasciati è possibile costruire un database che sarà utilizzato per generare una lista di possibili clienti interessati ai prodotti o servizi offerti da un’azienda.

È l’attività volta alla creazione di link fra determinate pagine interne e esterne ad un sito internet.

Significa “parola chiave a coda lunga”. Si tratta di key phrase che contengono più di 4 o 5 termini che hanno una competitività molto bassa perché ricercate con poca frequenza. Se prese singolarmente queste keyword generano poco traffico sul tuo sito, ma se vengono sommate complessivamente tra di loro generano un traffico di alta qualità, ovvero un volume di accessi tale da darti una più alta probabilità di posizionarti in alto alla SERP.

È la “parole chiave”. Si intende la parola, o le parole, che vengono inserite nella query di un motore di ricerca per avere le informazioni di cui si ha bisogno.

È l’acronimo di “Keep Perfomance Indicator”. Sono degli indicatori chiave di prestazione utilizzati nella web analytics per misurare le performance di un sito e per stabilire il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Sono dei tag che descrivono, sinteticamente, il contenuto di una pagina al fine di posizionarla meglio su un motore di ricerca.

È quella attività di marketing orientata ai dispositivi mobili come smartphone, tablet etc… Il mobile marketing nasce dal fatto che la maggioranza degli accessi ad internet oggi avviene sempre più da dispositivi mobili piuttosto che da PC.

Con il termine ottimizzazione si intendono tutti quegli interventi, che riguardano sia la struttura della pagina o del sito, sia i contenuti, mirati a far aumentare il traffico verso quel sito e favorire quindi un buon posizionamento organico.

È un link in uscita, verso siti esterni.

È una forma di pagamento della pubblicità online: l’inserzionista paga una tariffa unitaria per click-through.

È l’attività di redazione di contenuti per un sito internet destinata ad aumentare il numero delle conversioni incrementando così l’interazione dei visitatori e invogliandoli a compiere l’azione per cui il prodotto web è destinato (acquisto, iscrizione, richiesta informazioni).

Insieme di tecniche e processi per l’accrescimento della visibilità sui motori di ricerca. Può comprendere ottimizzazione del sito web, incremento della popolarità on line, indicizzazione sui motori di ricerca.

È una richiesta di informazioni fatta su un motore di ricerca per generare i risultati e informazioni di cui si ha bisogno.

Nel posizionamento nei motori di ricerca, è il metodo con cui un motore dispone i risultati di ricerca. Il ranking è quindi la posizione che un motore di ricerca, attribuisce ad un sito, nella classifica.

Si parla di “referral” per indicare un sito terzo da cui proviene un utente oppure quando i clienti di un’impresa suggeriscono a terzi di rivolgersi alla stessa per la qualità e le prestazioni dei suoi prodotti o servizi.

Il Remarketing è una funzionalità di alcune campagne advertising (ad esempio “display”), il quale consente di raggiungere un pubblico di persone che hanno già in precedenza visitato un sito o una pagina web. In questo caso l’annuncio per il sito già visitato viene mostrato a questi utenti durante le loro ulteriori nuove visite all’interno di altri siti web. Solitamente avviene sfruttando i cookies del browser.

È l’acronimo di “Return On Investement”. Si tratta dell’indicatore che esprime quanto hanno reso i capitali investiti nella comunicazione e promozione del sito.

È l’acronimo di “Search Engine Marketing” e si riferisce all’attività di promozione di un sito sui motori di ricerca. Si tratta di una sorta di meccanismo di ottimizzazione il cui obiettivo è quello di portare traffico qualificato verso il sito web o una landing page. Questo genera un aumento visibilità di un sito e la qualità degli utenti al fine di incrementare il numero di potenziali clienti e quindi il ROI, ritorno sull’investimento. Alcuni degli strumenti SEM sono il DEM, ossia il Direct Email Marketing; le campagne PPC (Pay Per Click) sui motori di ricerca o sui social media più noti.

È l’acronimo di “Search Engine Optimization”. Con questo termine si indica tutte le azioni di ottimizzazione di un sito o di una pagina affinché risulti ben posizionata nei risultati organici dei motori di ricerca, cioè quei risultati al di sotto degli annunci sponsorizzati. Grazie a questa attività si genera l’aumento del volume di traffico qualificato, ovvero degli utenti specificamente interessati, che un sito web riceve tramite i motori di ricerca. Alcuni esempi si questa attività sono: l’ottimizzazione della struttura del sito e degli URL ecc.

È l’acronimo di “Search Engine Results Page” e rappresenta il risultato che restituisce un motore di ricerca quando un utente effettua una ricerca. Nella SERP figurano i risultati a pagamento o sponsorizzati in testa e di seguito quelli organici, non a pagamento.

Sono i nuovi siti strutturati con layout fluido che si adattano ai dispositivi mobili (smartphone, tablet, desktop) con un unico codice HTML.

È l’attività statistica di misurazione ed analisi delle performance di un sito web; consente di capire chi visita o ha visitato il mio sito, quando e per quanto tempo dura la navigazione, cosa viene ricercato ecc. L’attività è svolta tramite programmi di tracciamento ed elaborazione dei movimenti dei visitatori. L’analisi del comportamento dell’utente, funziona attraverso i cookie, ovvero dei file di testo che vengono depositati nel pc, smartphone, tablet del visitatore nel momento in cui carica una pagina web.

È l’insieme delle strategie di marketing che hanno l’obbiettivo di sviluppare e promuovere un’azienda, un servizio o un prodotto online.  Il web marketing si fonda su delle strategie con l’obiettivo di attirare traffico e pertinente a visitare le proposte e i contenuti del sito web aziendale.