Content Management System (CMS) per siti web vetrina o e-commerce: i migliori

Condividi questa notizia:

Nell’era del marketing internazionale e della digital transformation è bene prendere possesso di alcuni strumenti, come i CMS. CMS è l’acronimo di content management system e si può tradurre con “sistema di gestione dei contenuti”.

Indice dei contenuti

Content Management System (CMS): cos’è

Un CMS è un applicativo a cui si accede tramite browser (Chrome, Edge, Firefox, Safari, ecc.)  che consente d’inserire, modificare e rimuovere contenuti all’interno di un sito web. In genere, i CMS posseggono un’interfaccia user friendly, che permette anche a chi non ha esperienza di programmazione o competenze informatiche specifiche di gestire il dominio in modo rapido e semplice.

L’interfaccia grafica o graphical user interface (GUI) messa a disposizione degli utenti è detta “pannello di controllo”: da qui è possibile creare e modificare contenuti, aggiungere immagini, video, nuove pagine o addirittura impostare l’intero design generale del sito web in CSS e JavaScript.

Come funziona

Senza gli odierni content management system, gli utenti dovrebbero utilizzare molteplici linguaggi di programmazione e caricare i contenuti manualmente; per fortuna oggi un sito web moderno è composto da due parti: front-end e back-end.

Il front-end è la parte visibile da browser (post, immagini, video, moduli di contatto, ecc.); il back-end è ciò che “sta dietro”, dunque il database e, banalamente, il menu delle impostazioni che consente di gestire le varie funzionalità del sito.

Nel front-end il testo viene “formattato” tramite linguaggi di marcatura, un insieme di regole che descrive i meccanismi di rappresentazione (strutturali, semantici, prestazionali) o d’impaginazione delle parole. Nel web si utilizza l’Hyper Text Markup Language (HTML), la cui peculiarità è quella di collegare le pagine tra loro tramite link. Il back-end, invece, è scritto con diversi linguaggi di programmazione; i più comuni sono PHP, Python e JavaScript.

Plug-in

Le funzionalità extra, chiamate “estensioni”, vengono installate tramite plugin. Un plugin è un programmino in grado d’interagire con il CMS che consente di aggiungere, ad esempio, tool per l’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO), impostazioni di sicurezza, moduli di contatto, ecc.

CMS più noti

Nel 1995 CNET, un sito web statunitense che tuttora pubblica articoli, blog e podcast relativi a tecnologia ed elettronica di consumo, mise a disposizione degli utenti i propri studi e software con l’etichetta “Vignette”. Per la prima volta, fu possibile creare facilmente un sito web utilizzando l’interfaccia CNET. Seguirono a ruota le altre compagnie, che svilupparono gli antesignani degli odierni CMS. Oggi i più noti sono quelli riportati qui di seguito.

È il più famoso; nato come piattaforma di pubblicazione open source per blog online, grazie alla sua “duttilità” oggi viene utilizzato per creare giornali, portfolio, siti web aziendali e negozi online.

È un altro colosso; tradotto in oltre 60 lingue è adatto a qualsiasi sito che necessiti di una gestione completa dei contenuti e può essere adoperato anche per la realizzazione di piccoli social network site (SNS).

In genere viene scelto da aziende importanti come la NASA. I siti Drupal sono caratterizzati da un’elevata velocità di caricamento delle pagine e risultano sicuri. Drupal s’integra perfettamente con i più popolari strumenti di analisi, web marketing ed e-commerce.

È un CMS incentrato sulla scrittura, ha infatti un’interfaccia minimal, utilizza Markdown nell’editor e integra già al suo interno strumenti di condivisione e SEO.

Viene utilizzato, principalmente, per la realizzazione di negozi online. Ad oggi, vanta circa 270 mila utenti. Al suo interno, vi è la possibilità di configurare le tasse in base alla località, rendere la procedura di pagamento conforme alle leggi locali e inserire facilmente disclaimer con le norme vigenti.

Consente di creare un negozio online complesso; dà la possibilità di generare pagine professionali relative a prodotti e di gestire inventari, ordini e spedizioni. In Magento si possono anche inserire coupon, landing page, campagne up-sell e cross-sell.

Riassumendo: perché avere un CMS

In sintesi, un CMS permette di:

La facilità d’uso, la personalizzazione dei contenuti e i plugin rendono i CMS strumenti cardine per coloro che desiderano costruire – e magari mantenere – una valida presenza online.

Noi di Moka Adv, oltre a realizzare siti web vetrina o e-commerce multilingue, implementiamo i migliori CMS. Per scoprire qual è quello più adatto a te, contattaci compilando il contact form qui in basso; ti aiuteremo a far conoscere la tua storia e a gestirla al meglio con un buon CMS.

Vuoi una spinta? Chiedi pure a Moka Adv compilando il Contact Form